Inauguriamo una nuova rubrica Letture. Ogni primo del mese un piccolo brano che possa essere lo stimolo per una lettura nuova della realtà. 

FeldenkraisQuando arriviamo nel mondo esterno non abbiamo la più pallida idea di cosa sia, perché all’inizio la stimolazione dei sensi non porta altra stimolazione che il fatto stesso che i sensi vengano stimolati.

L’inizio della nostra conoscenza del mondo esterno non è solo sensoriale ma interamente soggettiva. (….) Ci sono tante realtà soggettive quanti soggetti. (…) Ma a parte ciò esiste ovviamente una terza realtà. È la Realtà con la R maiuscola, che esiste comunque, che noi siamo vivi o morti, che la conosciamo o che la ignoriamo. (…) è la realtà che deve esistere ed esserci, che gli esseri umani esistano o meno. La Realtà è immensamente complessa ed è conosciuta solo in modo superficiale. (…) La mia realtà soggettiva è interamente mia e segue tutti i miei capricci. La realtà oggettiva è meno capricciosa: è la realtà sperimentata da tutti gli uomini, che limita e restringe la vostra e la ma realtà soggettiva a quella su cui tutti concordano. La realtà soggettiva è ancorata dentro di noi ed è vera nei nostri corpi (…) La Realtà non è mai percepita nella sua interezza. La nostra convinzione di conoscerla è un’illusione.(…)

da La saggezza del corpo di Moshe Feldenkrais, Casa Editrice Astrolabio